Una lettera inviata dal presidente della fdg al ministro Lorenzin per una richiesta di costituzione di Gruppo di Lavoro per definizione criteri e requisiti per l’acquisizione dei dispositivi medici per l’autocontrollo domiciliare ai diabetici Cagliari 09/02/2015 Gent.ma Ministro della Salute On. Beatrice Lorenzin Roma Oggetto: Richiesta costituzione Gruppo di Lavoro per definizione criteri e requisiti per l’acquisizione dei dispositivi medici per l’autocontrollo domiciliare ai diabetici  On. Ministro Lorenzin,   la Federazione Diabete Giovanile segnala alla S.V. la necessità che venga istituita  una Cabina di regia, come previsto dalla Legge di Stabilità 2015 coma 587/a-b-c, con la presenza della FDG per i punti in elenco.      a)  Con il coinvolgimento delle Regioni, dell’AGENAS e dell’AIFA,  sentiti  i Rappresentanti dei pazienti, dei cittadini e dell’industria, anche in conformità  alle  indicazioni  del  Piano  sanitario  nazionale, definire le priorità assistenziali;     b) individuare, per la predisposizione dei capitolati di gara, i requisiti indispensabili per l’acquisizione dei dispositivi medici  a livello nazionale, regionale, intra-regionale o aziendale, e indicare gli  elementi  per  la  classificazione  dei  dispositivi  medici  in categorie omogenee, garantendo, al fine delle esigenze  terapeutiche, più tipologie per i presidi utilizzati per  la  terapia  domiciliare delle patologie croniche adattabili  ai  diversi  tipi  di  pazienti, fatto salvo il principio della  valutazione  costo-efficacia,  e  per l’individuazione dei prezzi di riferimento;     c) istituire  una  rete  nazionale,  coordinata  dall’AGENAS,  di collaborazione tra le regioni per la definizione e per l’utilizzo  di strumenti  per  il  governo  dei  dispositivi  medici  e  per  Health Technology Assessment (HTA), denominato «Programma nazionale di  HTA dei dispositivi medici».   Per la distribuzione disomogenea dei presìdi per l’autocontrollo domiciliare del diabete, con prezzi di rimborso notevolmente differenti tra le Regioni e le Asl, si pone l’urgenza di  esaminare le condizioni attuali che portano ai disagi e alla disparità per trovare soluzioni più adeguate alle necessità dei diabetici italiani. Nell’attesa, porgo distinti saluti.

Condividi
Translate »