Liberamente ispirato alla poesia di Lucio Dalla

 Un autore narratore, un filosofo della scienza e una regista prestati da dilettanti al teatro (nel senso che si dilettano) accompagnati da una coreografa danzatrice e un cantante musicista, mettono in scena una sequenza di emozioni liberamente ispirate alla poesia lirica e musicale del grande Lucio Dalla. La sua vita non è caratterizzata da episodi eclatanti, peraltro più volte sviscerati nelle numerose biografie, ma dal grande spessore artistico della sua produzione musicale che ha affascinato milioni di estimatori di ogni età. Ecco perché le vicende biografiche del più eclettico cantautore italiano sono deliberatamente tralasciate o modificate per evidenziare l’aspetto più poetico della sua immensa produzione, facendo emergere dai suoi testi il suo possibile pensiero. L’autore utilizza la fantasia, ispirata da cinquant’anni di ascolto delle sue canzoni, per creare una fusione espressiva tra il sé e Dalla in una sorta di immaginaria reincarnazione nel tentativo di avvicinarsi alla complessa sfera emotiva del grande artista. Il filosofo della scienza, con le incursioni filosofiche, suggerisce allo spettatore una chiave di lettura dando un senso alla narrazione. La danzatrice e il musicista propongono, attraverso l’armonica rivisitazione di alcuni dei brani più famosi, una miscellanea di linguaggio musicale tra tradizione e innovazione. La regista crea una sequenza di scene coinvolgenti dove si respirano con immediatezza e semplicità le emozioni sentimenti più genuini: amore senza tempo; nostalgia quella buona; malinconia e sofferenza. Uno spettacolo di teatro, danza, musica, filosofia, emozioni e fantasia.

L’ingresso è a pagamento, e l’intero ricavato verrà devoluto alla ricerca per sconfiggere il Diabete.

per informazioni, scrivere a

Accorrete numerosi
Condividi
Translate »