Il premio FDG

Il premio FDG

(ANSA) – ROMA, 22 OTT – Indossano tutti la tuta nera della loro scuola, la prima media dell’Istituto comprensivo Giusti di Terzigno (Napoli), e sono agitatissimi perchè l’occasione è una di quelle che non si dimenticano: con la loro insegnante, sono arrivati oggi alla Camera dei deputati a Roma per ricevere un premio. Il riconoscimento della Federazione Diabete Giovanile (FDG) per il racconto corale che hanno scritto e che descrive cosa significhi per loro il diabete attraverso gli occhi di una compagna malata. Ed è proprio Alessia, la compagna malata affetta da diabete sin da piccolissima, la più emozionata. La voce narrante è quella di Alessia, ma l’intera classe si alterna nel leggere la sua storia, tutta condensata nel titolo del racconto: ‘Il veleno proibito’. “Lo zucchero è sempre stato sin dalla mia nascita, il mio desiderio proibito, un veleno tanto dolce quanto fatale. Il diabete è ormai diventato un compagno di vita, mi tiene a braccetto, trascinandomi su di una strada buia, ricca d’imprevisti e sacrifici da compiere. Per mia fortuna non sono mai stata da sola, i miei genitori sono la luce inesauribile”: inizia così il racconto di Alessia. E continua: “Ricordo quelle che sarebbero dovute essere le mie maestre della scuola d’infanzia guardarmi con astio, disprezzo … mi costrinsero a cambiare scuola, non ritenendosi all’altezza di affrontare ‘un’alunna problematica’ come me. Non incontrai affetto neanche dai miei compagni che mi torturavano con parole velenose e gesti ostili … Mi sono chiusa nel mio universo freddo, creando una corazza impossibile da scalfire o da penetrare, tra le mie quattro mura di solitudine”. Le scuole medie, però, “sono...

Addio al Prof. Domenico Casa. Ci mancherai molto. Esprimono vive condoglianze i bambini, i giovani con diabete e le loro famiglie italiane. I funerali si terranno domani, 12-Settembre-2019, alle 12,30, presso la parrocchia Santa Chiara ai giochi  delfici. Federazione Nazionale Diabete...
Emergenza diabete in Sardegna. Cabras” Occorre una programmazione”

Emergenza diabete in Sardegna. Cabras” Occorre una programmazione”

A seguito della mozione presentata dal consigliere regionale Li Gioi (M5S) sull’emergenza diabete nell’isola, il Presidente della Federazione Diabete Giovanile, Antonio Cabras,  è intervenuto per alcune puntualizzazioni. “La situazione è totalmente fuori controllo e i numeri presentano uno scenario allarmante – ha sottolineato Cabras – 110.000 diabetici su una popolazione di 1.658.138. Circa 120 nuovi casi all’anno in età 0-14 anni, il 27,37 % non si controlla, il 16,07 %  ha complicanze, il 9,80% ha subito amputazioni con elevati costi sociali per le famiglie. Il 6,7% dei bambini tra gli 8 e 9 anni è obeso. Senza considerare quanto accade nelle nostre scuole primarie dove solo il 5,9% dei bambini con diabete viene gestito dalle ASL, mentre i genitori e gli insegnanti più coraggiosi, ai quali va tutto il nostro plauso, devono affrontare il resto. Di fronte a questa emergenza non possiamo rimanere con le mani in mano e la soluzione è soltanto nella programmazione: non è solo un problema di carenze e ritardi nella distribuzione dei microinfusori e dei sensori. Oggi occorre sedersi intorno ad un tavolo e approvare immediatamente provvedimenti e soluzioni con l’obiettivo di affrontare l’emergenza diabete in tutte le sue componenti. Ci attendiamo – ha concluso Cabras – che l’Assessore alla Sanità, Mario Nieddu, ci convochi presto per un confronto con l’obiettivo di dare vita ad azioni concrete e...
Concorsi FDG: i nuovi bandi 2019

Concorsi FDG: i nuovi bandi 2019

La FDG ha pubblicato i bandi dei suoi nuovi concorsi per l’ anno 2019. Il concorso letterario,  inserito nell’ elenco dei premi giornalistici più importanti d’ Italia, é giunto alla sua XI esima edizione, consiste nello scrivere una storia o un piccolo racconto, che verrnno poi pubblicato in un libro. Il concorso video fotografico, invece, consiste nel presentare una foto o un breve video, che illustri il diabete nella sua normalitá, di come si vive con il diabete nel quotidiano. Qua il link per accedere al bando per il concorso letterario XI Concorso letterario il diabete giovanile: le storie ed i racconti Di seguito il link per accedere al bando per il concorso video fotografico Concorso videofotografico “Il diabete nella sua normalità” Partecipate...
Viaggi all’estero durante i permessi per la 104: dirigente della provincia di Trento ai domiciliari

Viaggi all’estero durante i permessi per la 104: dirigente della provincia di Trento ai domiciliari

Tratto da Repubblica – l’articolo originale è consultabile all’indirizzo http://www.repubblica.it/cronaca/2018/04/06/news/viaggi_all_estero_durante_i_permessi_per_la_104_dirigente_della_provincia_di_trento_ai_domiciliari_per_truffa_e_peculato-193179516/ ROMA – Viaggiava in Honduras, alle Maldive, e in molte altre località turistiche, abusando della legge 104. È finita così agli arresti domiciliari Luisa Zappini, infermiera ed ex dirigente responsabile della centrale unica di emergenza 112 di Trento. L’accusa è di truffa e peculato. La donna, 53 anni e un passato come caposala all’ospedale policlinico Santa Chiara di Trento, durante l’interrogatorio di garanzia, non ha risposto ai pm. A rilasciare dichiarazioni è stato invece il legale della donna, Nicola Stolfi, che ha parlato di “sviste ed errori” e della sua “non volontà di commettere il reato”. La Procura di Trento ha contestato all’infermiera di aver utilizzato in maniera impropria i permessi previsti dalla legge 104, che consentono di assentarsi dal lavoro per assistere un familiare malato o disabile oppure perché lo stesso lavoratore è affetto da disabilità grave, in circa 28 episodi, avvenuti tra il 2013 e il 2018. Zappini, secondo l’ordinanza, sarebbe andata a New York, alle Hawaii, a Parigi, a Honolulu e in altri posti, nei giorni in cui avrebbe dovuto dedicarsi a un parente malato, truffando la Provincia e l’Ipasvi (Collegio degli infermieri di Trento), di cui era a capo. I suoi movimenti sono stati documentati sia dai biglietti aerei che dagli agganci alle celle telefoniche. Tra le ipotesi di reato anche il peculato, contro la Provincia, per aver utilizzato, in 22 situazioni, l’auto di servizio per viaggi personali a Milano, Padova e Brescia. La misura cautelare è stata disposta dal giudice Claudia Miori, su richiesta del pubblico ministero Marco Gallina, per evitare il rischio di...
Translate »