diabete in età pediatrica, allarme dalla Sardegna

diabete in età pediatrica, allarme dalla Sardegna

Un grido d’allarme sul diabete in età pediatrica arriva dalla Sardegna. A farsene portavoce è Antonio Cabras, Presidente della Federazione Nazionale Diabete Giovanile, che richiama l’attenzione di media e istituzioni su una patologia, e i relativi sintomi, troppo spesso sottovalutati, e in particolar modo in bimbi e adolescenti. “Malgrado gli appelli e le campagne di sensibilizzazione che abbiamo condotto sui media nazionali in collaborazione con la SIEDP (Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica), – specifica Cabras – in Italia si continuano a trascurare i primi sintomi del diabete: eccesso di sete e pipì. La mia idea è che non ci sia ancora resi conto che ci troviamo difronte a un nemico invisibile, ma molto pericoloso, che richiede l’impiego di risorse non solo economiche, ma culturali. La cultura del diabete è un punto fondamentale nella lotta a questa malattia subdola ma con conseguenze devastanti che, spesso, possono avere conseguenze letali”. Cabras fa in particolare riferimento al caso della piccola Carla Borlenghi, di soli 5 anni, deceduta a Parma per una chetoacidosi diabetica che le ha provocato un edema cerebrale. LA CHETOACIDOSI – La chetoacidosi è un’emergenza molto diffusa nei casi di diabete giovanile e una recente ricerca condotta dalla SIEDP ha segnalato che dei 14.493 bambini seguiti dai Centri di Diabetologia Pediatrica, 2.453 hanno presentato esordio di malattia nel biennio 2012-2013. Tra questi bambini ed adolescenti, circa il 38,5% è stato ricoverato in chetoacidosi diabetica, di cui il 10.3% aveva una forma grave. La frequenza di chetoacidosi diabetica sale, in particolare, al 72% se si prendono in considerazione i bimbi di età prescolare, nei quali la forma grave interessa...
Quotidianosanità parla di noi

Quotidianosanità parla di noi

Bologna. Al via il 18 maggio Exposanità, la 20° edizione della mostra dedicata alla sanità. Ampio spazio per il diabete giovanile Quest’anno, per la prima volta, ci sarà uno stand della Regione, dove sarà possibile conoscere i dieci progetti dell’area salute e benessere, finanziati all’interno del primo bando Por Fesr 2014-2020 dedicato ai laboratori. Il 21 maggio prevista la tavola rotonda dedicata alle nuove tecnologie a favore dei bambini e ragazzi con diabete, promossa dalla Fdg – Federazione Nazionale Diabete Giovanile. Leggi l’articolo completo su...
Partono da Cagliari le celebrazioni della Giornata Mondiale del Diabete 2014.

Partono da Cagliari le celebrazioni della Giornata Mondiale del Diabete 2014.

In Sardegna le persone affette da diabete sono circa 70mila, e oltre circa 25 mila non sanno di esserlo. Il numero è destinato ad aumentare: entro il 2025 si calcola un incremento del 21% per l’invecchiamento della popolazione, l’obesità e la sedentarietà. Alla Sardegna spetta il triste primato mondiale  con una  percentuale  di 45 casi all’anno ogni 100mila abitanti nella fascia di età 0/14 di diabete di tipo 1 insulinodipendente, ponendo numerosi problemi di carattere assistenziale, sociale , lavorativo, scolastico ecc… Le Nazioni Unite proclamano ogni anno la Giornata Mondiale del Diabete, che sarà organizzata per il 2014 a Cagliari dalla Federazione Diabete Giovanile (FDG) e dal Coordinamento delle Associazioni Diabete Regione  Sardegna. La Giornata è fissata l’8 novembre, alla presenza di una delegazione di ragazzi polacchi partecipanti, per un’intera settimana, al Campus relativo al “Progetto di  mobilità giovanile internazionale, di promozione dell’interculturalità e della cittadinanza europea; promozione di scambi giovanili”, sostenuto dalla Regione Sardegna. Con partenza dall’Hotel Panorama nel pomeriggio dell’8 novembre, alle ore 15,00, i giovani con diabete faranno una pedalata sino al porto dove le navi ormeggiate  suoneranno le sirene per richiamare l’attenzione sulla pandemia diabetologica che colpisce l’isola in modo rilevante. Seguirà una conferenza su “Diabete e Sport”, alle ore 17,30, nella sala convegni dell’Hotel...
Video intervista al presidente Antonio Cabras

Video intervista al presidente Antonio Cabras

Video intervista al presidente Antonio Cabras in occasione del 25° Congresso internazionale S.I.D. tenutosi a Bologna Il video non può essere riprodotto al momento. Ritenta tra un pò. Artiss YouTube Embed: The YouTube ID of aFRl-HXLUWo is...
Translate »