Convegno “La tutela del diabetico: la persona diabetica tra il diritto alla cura  e il diritto alle prestazioni  sociali”

Convegno “La tutela del diabetico: la persona diabetica tra il diritto alla cura e il diritto alle prestazioni sociali”

Compila il modulo online e partecipa anche tu al  convegno, che si terrà al Senato della Repubblica, Biblioteca Spadolini, Piazza della Minerva Roma, il 24 Novembre 2017. Nel Nostro Paese assistiamo al continuo crescere di richieste di riconoscimento di invalidità civile e di riconoscimento dell’applicazione della Legge 104 art. 3, nel caso che ci riguarda, da parte dei soggetti con diabete. Richieste, che a nostro avviso non sempre derivano dall’oggettivo stato di cronicità, né da una limitazione fisica o da una esplicita previsione della legge. Abbiamo verificato in merito una eccessiva discrezionalità delle Commissioni preposte, la mancanza di linee di indirizzo di valutazione e di applicabilità più conformi alla condizione reale del soggetto con diabete, le stesse richieste di questi al fine di un beneficio. Lo stato di cronicità della malattia diabetica con un buon compenso metabolico non compromette le capacità di inserimento sociale , dunque lavorative del soggetto. Il Gruppo di Lavoro, formato dalla Società Scientifica dei Medici Legali delle Aziende Sanitarie del Servizio Sanitario Nazionale (COMLAS) Pres. prof. Massimo Martelloni  e dalla Federazione Nazionale Diabete Giovanile (FDG) nelle persone del pres. Antonio Cabras,  della segretaria Carmen Mandas , dei copresidenti Giuseppe Boriello e Alessio Sodano, dal dott. Marco Comaschi Member of the IBDO/BBDO Scientific Committee and Chair of the DAWN2 Italian Project, dal dott. Nicola Minuto Pediatra Diabetologo Ospedale Gaslini Genova, dal prof. Giampiero Loy Docente Diritto del Lavoro Cagliari, dal dott. Francesco Atzei Specialista in Medicina Legale Responsabile SSD Medicina Legale ASL Cagliari, ha redatto un documento contenente “Linee di indirizzo nazionali utili a definire procedure idonee per il diritto al riconoscimento dell’invalidità civile e all’applicazione...
Dona il 5×1000 alla FDG

Dona il 5×1000 alla FDG

Dona il 5×1000 alla Federazione Nazionale Diabete Giovanile, che da oltre 30 anni, opera nell’interesse dei bambini e giovani col diabete. Barra sul modulo 730, o sul modulo UNICO o sul CUD, il riquadro a favore del volontariato, e inserisci il codice fiscale numero 97017810157 , a favore dei bambini col...
LOTTA AL DIABETE CON LA PENNA IN MANO

LOTTA AL DIABETE CON LA PENNA IN MANO

Al via la IX edizione del Concorso Letterario “Il diabete infantile e giovanile: le storie, i racconti”. C’è tempo sino al 20 settembre per partecipare al Concorso Letterario “Il diabete infantile e giovanile: le storie, i racconti” promosso dalla Federazione Nazionale Diabete Giovanile (FDG) e riservato ad autori amatoriali che, attraverso la scrittura, vogliono raccontare le loro esperienze dirette o indirette con il diabete. “Il concorso – spiega Antonio Cabras, Presidente della FDG – è rivolto in particolare ai ragazzi, alle famiglie, agli insegnanti e a tutti quelli che affrontano quotidianamente le difficoltà d’inserimento, per un giovane con diabete nella scuola, nello sport e nella vita”. “Siamo molto soddisfatti – afferma Cabras – del successo che il concorso ha riscosso l’anno scorso tra il pubblico. Di diabete giovanile, purtroppo, si parla poco e questo è sicuramente un modo nuovo e diverso per esorcizzare la malattia.” Il testo dovrà affrontare il tema del difficile inserimento del bambino e del giovane con diabete all’interno della società, della scuola, della famiglia, dei luoghi di aggregazione. Le storie raccontate potranno essere vere o frutto della fantasia degli autori. I racconti dovranno essere inviati in formato word esclusivamente via mail alla segreteria del concorso (palomba@agapantos.it) indicando i recapiti dell’autore (nome, cognome, indirizzo, telefono, e-mail). I migliori racconti verranno pubblicati in un libro edito dalla casa editrice Agapantos. La cerimonia di premiazione avrà luogo a Roma il giorno 19 ottobre nella Sala del Refettorio presso la Camera dei Deputati alla presenza delle autorità politiche, culturali e scientifiche.     Segreteria del concorso: Agapantos Marco Palomba Via Giberti 28 00151 Roma...
Diabete giovanile: italiani e portoghesi a confronto

Diabete giovanile: italiani e portoghesi a confronto

In Portogallo si inaugura il campus  del Diabetes Exhager Programme. Tredici ragazzi italiani con diabete di tipo 1 partecipano all’evento. Cabras (Federazione Diabete Giovanile): “ Vogliamo che i giovani con diabete siano protagonisti del loro futuro” Hanno aperto i lavori  del Diabetes Exhager Programme a Oeiras, nei dintorni di Lisbona Joao Filipe Raposo – APDP ( Associazione Protettrice Diabetici del Portogallo ), Antonio Cabras Presidente FDG ( Federazione Nazionale Diabete Giovanile ), Joao Graca Direttore del Centro di Estagios di Jamor. Tredici ragazzi e ragazze di età compresa tra i 18 e i 20 anni con diabete insulino dipendente si incontrano, dal 27 settembre al 3 ottobre, tredici coetanei portoghesi , anche loro affetti dalla stessa patologia, per confrontarsi su tematiche di tipo sociale e psicologico riguardanti la vita con il diabete. Il campus, della durata di cinque giorni, prevede un fitto programma di attività ludiche ed educative da realizzare attraverso prove attitudinali,  incontri,  dibattiti e  lavori in comune. “I ragazzi sono stati divisi in gruppi di lavoro – ha dichiarato il presidente della Federazione, Antonio Cabras -per confrontarsi su alcuni aspetti della loro vita e della loro esperienza come il superamento dell’isolamento psicologico e il possibile miglioramento dell’ambiente scolastico. Noi riteniamo che sia molto importante, per un giovane con diabete, sentirsi coinvolto nelle scelte che riguardano il suo futuro e quello di milioni di altri ragazzi nella sua condizione” Attraverso gruppi di lavoro interattivi, i partecipanti stanno lavorando su alcune tematiche specifiche, tra queste il diritto all’assistenza e la lotta contro la discriminazione e condivideranno le loro esperienze, positive e negative, nel mondo dell’istruzione, dello sport, del lavoro....
La FDG sostiene il progetto ALBA 2

La FDG sostiene il progetto ALBA 2

Carissimo Genitore, Nella primavera del 2008 con la collaborazione della SIEDP e con il patrocinio del del Ministero della Salute e, all’interno del progetto internazionale DAWN Youth, è stata realizzata da Medi-Pragma un’indagine che ha coinvolto i genitori con bambini con diabete in età scolare (6-13 anni) denominata Progetto ALBA (Analisi Longitudinale dei Bisogni degli Adolescenti con diabete). Scopo del progetto ALBA è stato quello di rilevare le modalità con le quali il diabete viene gestito durante l’orario scolastico (autocontrolli, somministrazione insulina, attività fisica, ecc.) e di valutare quali siano le più frequenti preoccupazioni e disagi che si trovano ad affrontare i bambini e le famiglie, evidenziando eventuali barriere sociali e personali che possono contribuire a creare discriminazioni. Il progetto ALBA, rimane a livello internazionale uno studio unico ancora preso ad esempio e citato sia a livello metodologico che per l’analisi sviluppata. Oggi a distanza di 8 anni dalla pubblicazione dei dati di ALBA , ovvero dopo la conclusione di un intero ciclo scolastico, anche alla luce di interventi normativi a livello nazionale e regionale (es. piano nazionale sulla malattia diabetica, documenti regionali e nazionali ecc..) si ritiene utile riproporre l’indagine. L’obiettivo è quello di verificare, dopo un tempo sufficientemente lungo per poter avere dati paragonabili, se le condizioni di gestione del diabete durante l’orario scolastico si siano modificate. Il questionario, composto da alcune semplici domande sarà disponibile online al seguente link http://medipragma.nebu.com/scripts/dubinterviewer.dll/Frames?Quest=3342 . Il link sarà attivo a partire dal 15 giugno fino al 31 agosto 2016. Per qualsiasi domanda o chiarimento sull’indagine in questione, non esitare a contattarci al seguente indirizzo email alba2016@medipragma.com o al numero di telefono 06845551 chiedendo di Rosaria Ledonne o Francesca Venturi Visconti. I dati raccolti saranno...
Translate »