Lettera del presidente Cabras a Diabete Italia

Egr. dott. Andrea Giaccari
Diabete Italia
Segr. Comitato
Giornata Mondiale Diabete
Roma

p.c. Associazioni Federate FDG
Loro Sedi

Egr. dott. Giaccari,

numerosi sono stati gli inviti pervenuti alla presidenza FDG e alle nostre Associazioni, anche da parte dei presidenti SID e AMD Sez. Regionali, ad incontri inerenti la collaborazione alla realizzazione della Giornata Mondiale del Diabete 2003.
Prima di fare alcune considerazioni, mi è doveroso anticiparLe che la Nostra Organizzazione e nessuna delle nostre Associazioni periferiche parteciperà alla manifestazione.
Ci meraviglia e ci stupisce che in un paese come il nostro, dove la competenza e il modo spontaneo di affrontare e di promuovere le tematiche comuni ( socio-sanitarie – politica sanitaria ecc..) da parte delle forze più rappresentative, non ci veda uniti e complici in un’unica organizzazione.
Non posso che ricordare la massima di Diabete Italia: ” Crediamo che i rapporti con le varie Associazioni siano molto delicati e che ogni risposta vada soppesata e condivisa. La FID ha una storia che va conosciuta bene da tutti affinché non si facciano gli stessi errori per la seconda volta”.
Egr. dott. Giaccari, come spesso si usa dire, ” occorrerebbe dimenticare per un giorno”, trovare strategie e azioni comuni anche col mondo del volontariato, almeno nella Giornata Mondiale del Diabete.
Non è bastato un anno per creare nuove condizioni e per arricchire di contenuti e di valori questa giornata.
Scusi la mia ironia, mi auguro che il Comitato possa valutare, come da Lei personalmente espresso, che l’impegno di Diabete Italia sia monco senza la realtà del diabete giovanile, monco anche perché nella manifestazione dello scorso anno, durante la conferenza stampa non ci è stata data la possibilità di porgere il saluto ai giovani diabetici italiani, e nella quale avremmo potuto esprimere che non potevamo condividere le 4 M del nostro Ministro della Salute ” Mangiare il Minimo e Muoversi il Massimo “.
Pertanto siamo stati scelti nel Comitato d’Onore della Giornata, dal quale chiediamo di essere cancellati.
Se è pur vero, come da Voi asserito, che la nostra Organizzazione è stata presente in 172 piazze italiane, allora ci fa forte il fatto che stiamo rappresentando quanto i giovani diabetici italiani desiderano.
Auspico che si possa trovare un incontro per un approccio diverso di promozione nazionale e di controparte politica, ” di una forza innovativa unica “, che coinvolga con le dovute regole le associazioni nazionali nella convinzione che Diabete Italia non debba essere solo SID e AMD, ma anche FDG.
Penso che ogni operato sia riduttivo e non sia né gratificante, né prestigioso per nessuno apparire ai diabetici e al mondo politico in modo frammentario coadiuvando con ciò i loro obiettivi o interessi.

Con i migliori sentimenti.
Antonio Cabras

Condividi
Translate »